Kene Cantina Dorgali Nuoro

16,90

Vino Rosso/Cannonau Di Sardegna DOC. Senza Solfiti Aggiunti Annata 2022 75cl. 14,5%vol.

6 disponibili

COD: 333 Categorie: ,

Descrizione

  • Il Kene Cannonau di Sardegna DOC senza solfiti aggiunti esalta la cura e l’impegno di Cantina Dorgali per la qualità dei propri vini e per la valorizzazione del territorio e della tradizione vitivinicola dorgalese.
    Il Kene senza solfiti aggiunti è frutto di uno scrupoloso lavoro sulla qualità delle uve e sui processi di vinificazione.
    Non vengono impiegati nella produzione solfiti e i trattamenti in vigna sono minimi. I solfiti presenti nel Kene si sviluppano naturalmente durante il processo di fermentazione e non superano i 10mg\l.

    • Rosso rubino vivace con riflessi violacei.
    • Intenso. Richiama sentori di frutta rossa matura con note vinose e speziate, ben accompagnate da note di vaniglia.
    • Ingresso deciso seguito da note avvolgenti. Tannini bene espressi e arrotondati. Finale caldo con chiusura su note fruttate.
    • Zona di Produzione
      Vigneti di Dorgali. Terreno granitico
    • Altitudine
      300-450 mt s.l.m.
    • Varietà
      Cannonau 100%
    • Forma di allevamento
      Guyot e alberello.
    • Vinificazione
      Fermentazione in acciaio a temperatura controllata di 24°C macerazione sulle bucce per 15 giorni.
    • Affinamento
      5 mesi in acciaio con sosta sulle fecce fini e batonnage ripetuti ogni 15 giorni per proteggere il vino dalla ossidazione e arricchirlo in termini di gusto ed eleganza.
      2 mesi in tonneaux di rovere francese di media tostatura. 1 mese in bottiglia.

Informazioni aggiuntive

Peso 1,300 kg

Brand

Cantina Dorgali

Nel lontano 1953, nella costa orientale della Sardegna, un gruppo di agricoltori dorgalesi fonda Cantina Dorgali; grazie ad una costante crescita, è da oltre mezzo secolo una tra le realtà più importanti del mondo vitivinicolo sardo. Oggi la Cantina Dorgali affronta una nuova sfida: la realizzazione di un nuovo progetto che riqualifichi le produzioni passando per la valorizzazione della cultura, della storia e delle tradizioni del territorio. Protagonista assoluto è il Cannonau, vitigno principe della vitivinicoltura regionale che in questa area, per le sue peculiarità pedo-climatiche riesce ad esprimere caratteri varietali finora poco conosciuti e non ancora completamente valorizzati. I cambiamenti migliorativi iniziano dalla vigna, attraverso una diversa cultura e coltura delle produzioni, puntando sulle basse rese per ceppo e programmando tutte le lavorazioni fino alla vendemmia. In cantina poi, le tecnologie non sono sofisticate, ma adeguate all'esigenza di esaltare le caratteristiche varietali del cannonau e degli altri vitigni autoctoni presenti nel territorio. Grazie a questa nuova filosofia il territorio si riappropria della sua vera identità, ritenuta la base per la crescita e la valorizzazione di tutti i vini prodotti.