Akènta Extra Dry Cantina S.M. La Palma Alghero

12,90

Vino Bianco/Spumante di Vermentino. Annata 2022 75cl. 13% vol.

6 disponibili

COD: 35 Categorie: , ,

Descrizione

Profilo Vino: Il nome Akènta deriva dal sardo “A kent’annos”, un detto di buon auspicio, riservato ai momenti di grande importanza e felicità: celebrazioni, matrimoni, festività. Un vino spumante extra dry millesimato delizioso, ottenuto da preziose uve di Vermentino di Sardegna DOC,  vendemmiate a mano e coltivate nei terreni del Parco Naturale di Porto Conte, di fronte al mare. Una volta vendemmiate, le uve iniziano in cantina il processo di trasformazione in Akènta, pronte per essere spumantizzate in autoclave con cura seguendo il metodo Charmat e affinate 6 mesi sur lie. Attraverso questo procedimento i lieviti esaltano aromi fragranti e permettono la formazione di un fine e persistente perlage. Niente è lasciato al caso, per la preparazione di un prodotto di vera eccellenza. Un vino che negli anni ha conquistato migliaia di persone, diventando un must, uno degli spumanti preferiti in Sardegna e in Italia.

Nota di Degustazione: A vista questo vino regala subito un bel giallo paglierino chiaro, con eleganti riflessi verdolini e un perlage molto fine, con bollicine durevoli e sottili. Al naso evoca sentori freschi, fruttati, con note di mela, mandorla, fiori bianchi e gialli e crosta di pane. Al l’assaggio è equilibrato, di buon corpo, fresco, morbido e di gradevole sapidità. Delicato e gentile, scorrevole e di buona persistenza.

Abbinamenti: Ottimo come aperitivo elegante, perfetto per accompagnare piatti a base di pesce, indicato anche a fine pasto e come accompagnamento al dessert.

Varietà: Vermentino 100%

Denominazione: Vermentino di Sardegna DOC.

Informazioni aggiuntive

Peso 1,500 kg

Brand

Cantina Santa Maria La Palma

La storia della Cantina parte da molto lontano, quando il tempo era scandito dal susseguirsi delle stagioni, e i contadini dell’agro algherese non avevano altro che la terra e il loro ingegno. È una storia che racconta della capacità di sapersi fidare l’uno dell’altro, racconta della volontà di costruire qualcosa di grande, senza mai dimenticare quanta bellezza e quanto valore si nascondano in ciò che ci circonda: pianure sconfinate affacciate sul mare, a ridosso di un’insenatura tra il Golfo di Alghero e la Baia di Porto Conte. Terre fortunate, accarezzate dal vento e scaldate dal sole. È una storia che racconta i preziosi insegnamenti della fatica e del lavoro quotidiano. Questa storia parte da molto lontano e arriva fino ad oggi. Tutto inizia nel 1946, nei terreni della Nurra, bonificati e consegnati ai contadini in seguito alla Riforma Agraria che interessa la Sardegna nell’immediato dopo guerra. Mani esperte e coraggiose, in grado di cogliere l’anima di un territorio che sembra essere fatto per il vino. È così che cento di loro decidono di diventare Soci e, insieme, fondare la Cantina Santa Maria la Palma. È il 1959. Oggi, passato e futuro si incontrano, vivendo naturalmente l’uno nell’altro, in ogni nuova tecnologia e in ogni progetto portato avanti dalla Cantina, figli di una tradizione che da sempre unisce innovazione e amore per la propria terra. I 700 ettari di terreno, messi a frutto per dare vita alle diverse e profonde sfumature del Vino Sardo, con la stessa passione e la stessa dedizione al lavoro di allora, e con le migliori tecnologie di oggi. La ricerca della qualità è il filo rosso di questa storia: selezionare metodi e tecniche per ottenere i migliori grappoli, valorizzare al meglio la nostra terra, proteggerla, per essere ogni giorno all’altezza dei nostri clienti, all’altezza di chi ha iniziato il cammino della Cantina e di chi lo porterà avanti.